Neurochirurgia vertebro-midollare

a cura del Dr. Vincenzo Scaglione- Responsabile UOS Neurochirurgia vertebro-midollare

A.R.N.A.S. Ospedali Civico - Di Cristina - Benfratelli di Palermo

home   | Chi Siamo   |   Dove Siamo  |   Prenota una Visita   |   Contatti   |   Ospedale Civico-PA

  Artrosi vertebrale

  Cosa è ?
  Come Si Sviluppa ?
  Micro-instabilità vertebrale
  Stenosi del Canale
 

  Ernia discale

  Cosa è e Come Si Sviluppa ?
  Ernia Discale Cervicale
  Ernia Discale Lombare
  Artroprotesi Cervicale
 

  Neurochirurgia spinale

  Infezioni
  Metastasi
  Traumi
  Frattura da osteoporosi
  Siringomielia
  Spasticità
  Dolore Cronico Benigno

 

 

 

 

 

 

  Dolori Vertebrali

  Lombalgia
  Brachialgia e Sciatica
  Diagnosi delle Lombosciatalgie
  Lombalgia in Gravidanza
  Lombalgia e Posizione seduta

  Sesso e Schiena

 

  Chirurgia della Lombalgia

  Quale Chirurgia?
  Scaletta Terapeutica
  Fusione o Non-Fusione
  Stabilizzazione dinamica


 

  Neurochirurgia

  Neurochirurgia Spinale
  Neurochirurgia Funzionale
  Neuroendoscopia


 

 

Neuroendoscopia

Le tecniche endoscopiche permettono di osservare il contenuto di una cavità chiusa.

Come ? Inserendo attraverso un foro della parete, che racchiude la cavità, un piccolo tubo (endoscopio) che in punta presenta una fonte di luce e una minuscola telecamera collegata ad un monitor, sul quale l'occhio del chirurgo può vedere ciò che riprende la telecamera. Attraverso lo stesso tubo è possibile introdurre anche degli strumenti per eseguire interventi chirurgici.

L'endoscopia è collaudata da molti anni, per esempio, per l'apparato digerente (gastroscopia e retto-colonscopia), l'addome (laparoscopia) e il torace (toracoscopia), ma anche per la vescica, i bronchi etc.

Nonostante l'endoscopia delle cavità ventricolari cerebrali (quei spazi riempiti di liquor all'interno del cervello) risalga al 1922, è stata resa nuovamente attuale soltanto con il miglioramento tecnologico degli strumenti. I progressi tecnologici permettono adesso anche la visione 3-D.

Il neuroendoscopio viene adoperato principalmente per trattare le seguenti malattie:

idrocefalo

cisti colloidi ventricolari

cisti aracnoidee

neoplasie affioranti sulle pareti ventricolari

tumori dell'ipofisi

patologie della base cranica e della cerniera occipitale (neoplasie, malformazioni del basicranio)

 

 

 

 

 

 

 

 

torna alla pagina iniziale

ultima modifica 26.01.2014

 

Main Site Navigation:
Chi Siamo
   |  Dove Siamo   |   Prenota una Visita    Contatti   |   Ospedale Civico-PA

 Site Navigation:
Artrosi
   |   Ernia Discale   |   Neurochirurgia Spinale   |   Dolori del Rachide   |   Chirurgia della Lombalgia
Neurochirurgia Funzionale
  

© Copyright 2000 All Rights Reserved VSCAGLIO:COM