Neurochirurgia vertebro-midollare

a cura del Dr. Vincenzo Scaglione- Responsabile UOS Neurochirurgia vertebro-midollare

A.R.N.A.S. Ospedali Civico - Di Cristina - Benfratelli di Palermo

home   | Chi Siamo   |   Dove Siamo  |   Prenota una Visita   |   Contatti   |   Ospedale Civico-PA

  Artrosi vertebrale

  Cosa è ?
  Come Si Sviluppa ?
  Micro-instabilità vertebrale
  Stenosi del Canale
 

  Ernia discale

  Cosa è e Come Si Sviluppa ?
  Ernia Discale Cervicale
  Ernia Discale Lombare
  Artroprotesi Cervicale
 

  Neurochirurgia spinale

  Infezioni
  Metastasi
  Traumi
  Frattura da osteoporosi
  Siringomielia
  Spasticità
  Dolore Cronico Benigno

 

 

 

 

 

 

  Dolori Vertebrali

  Lombalgia
  Brachialgia e Sciatica
  Diagnosi delle Lombosciatalgie
  Lombalgia in Gravidanza
  Lombalgia e Posizione seduta

  Sesso e Schiena

 

  Chirurgia della Lombalgia

  Quale Chirurgia?
  Scaletta Terapeutica
  Fusione o Non-Fusione
  Stabilizzazione dinamica


 

  Neurochirurgia

  Neurochirurgia Spinale
  Neurochirurgia Funzionale
  Neuroendoscopia


 

 

 

Ridurre il dolore lombare quando si sta seduti

Stare seduti per periodi prolungati di tempo può essere una delle maggiori cause di dolore lombare. La posizione seduta può determinare un accresciuto stress nella schiena, nel collo e nelle gambe e può determinare un notevole sollecitazione dei muscoli della schiena e dei dischi vertebrali. Inoltre, stare seduti in una posizione piegata in avanti o in basso può stirare eccessivamente i legamenti vertebrali e affaticare i dischi vertebrali.

Oltre ad essere poco confortevole, nel tempo, una scadente posizione seduta e una scadente ergonomia del posto di lavoro possono danneggiare le strutture della colonna vertebralei e contribuire a ripetuti episodi di dolore lombare.

Qui troverete alcune importanti linee guida che possono aiutare a far si che la propria area di lavoro sia quanto più confortevole possibile e che causi il minimo stress possibile alla schiena.

  1. distanza dei gomiti

  2. Iniziate a stare seduti confortevolmente stando più vicino possibile al vostro tavolo in modo che le vostre braccia siano parallele al vostro rachide. Posate le vostre mani sulla vostra superficie di lavoro e se i vostri avambracci non si trovano ad un angolo di 90 gradi alzate o abbassate la vostra sedia.

  3. distanza dei femori

  4. Verificate che possiate facilmente fare scivolare le vostre dita sotto le vostre cosce in corrispondenza della piega del ginocchio. Se lo spazio è troppo stretto avete bisogno di sollevare i vostri piedi con un poggiapiedi regolabile. Se vi è uno spazio superiore ad un dito tra la vostra coscia e la sedia avete bisogno di sollevare sollevare la sedia e, forse, anche il tavolo.

  5. distanza del polpaccio

  6. Con le vostre natiche appoggiate al fondo della sedia provate a passare il vostro pugno chiuso tra i vostri polpacci e la sedia. Se non lo potete fare con facilità la vostra sedia è troppo profonda. Spostate lo schienale in avanti, inserite un supporto lombare o procuratevi una sedia nuova.

  7. Supporto del fondo schiena

  8. Le vostre natiche dovrebbero essere pressate contro lo schienale e vi dovrebbe essere un cuscino in modo che la vostra regione lombare sia leggermente incurvata così che non cascate in avanti quando vi affaticate. Questo supporto è essenziale per minimizzare il carico sulla vostra schiena. Non scivolate mai in avanti ne piegatevi stando seduti sulla vostra sedia, in quanto questo procura stress aggiuntivi alla vostra schiena e ai vostri dischi lombari.

  9. altezza degli occhi

  10. Chiudete gli occhi cercando di aggiustarvi confortevolmente sulla sedia. Aprite poi lentamente gli occhi . Il vostro sguardo dovrebbe essere diretto verso il centro del vostro monitor. Se il vostro monitor si trova più in alto o in basso dovete abbassarlo o alzarlo.

  11. Appoggio delle braccia

Aggiustate i braccioli della vostra sedia in modo che sollevino leggermente le vostre braccia in corrispondenza delle spalle. L'uso di braccioli vi permetterà di alleviare qualche sollecitazione del vostro collo e delle vostre spalle e renderà meno probabile che scivoliate in avanti sulla sedia.

Mentre questo articolo si riferisce a sedie tradizionali, alcune persone preferiscono sedie più attive, tipo la sedia di inginocchiamento svedese o la palla da esercizio svizzera. Le sedie tradizionali sono disegnate per fornire un supporto completo, mentre una sedia di inginocchiamento promuove una buona postura senza supporto per la schiena e la palla da esercizio aiuta a sviluppare i vostri muscoli addominali e della schiena mentre state seduti. E' preferibile parlare con il vostro medico prima di usare uno di questi tipi di sedia se avete problemi di schiena o altri problemi di salute.

Infine, indipendentemente da quanto sia confortevole la vostra posizione al tavolo di lavoro, una postura statica prolungata non è buona per la vostra schiena. Provate a ricordarvi di alzarvi, stiravi e di deambulare per almeno un minuto ogni mezz'ora. Muoversi un poco e stirarsi regolarmente durante il giorno aiuterà a mantenere giunture, legamenti, muscoli e tendini rilassati, che a sua volta vi aiuterà a sentirvi più a vostro agio, più rilassati e più produttivi.

John J. Triano

08.02.2002 http://www.spine-health.com/topics/cd/ergo/ergo05.html

 

torna alla pagina iniziale

ultima modifica 26.01.2014

 

Main Site Navigation:
Chi Siamo
   |  Dove Siamo   |   Prenota una Visita    Contatti   |   Ospedale Civico-PA

 Site Navigation:
Artrosi
   |   Ernia Discale   |   Neurochirurgia Spinale   |   Dolori del Rachide   |   Chirurgia della Lombalgia
Neurochirurgia Funzionale
  

© Copyright 2000 All Rights Reserved VSCAGLIO:COM